Sicilia: l’ APEI chiede ai comuni l’ applicazione della Legge 205/2017 sulle professioni educative

Sicilia – Pubblichiamo  la nota del Presidente dell’ APEI Sicilia (Associazione Pedagogisti ed Educatori Italiani) il dott. Samuele Amendola  (nella foto) con la quale si chiede ai Comuni l’ applicazione della Legge 205/2017 Disciplina delle professioni educative. Richiesta di adeguamento dei requisiti per l’accesso ai servizi socio-educativi comunali

Alle Amministrazioni Comunali

e agli Ambiti Territoriali Sociali della Regione Sicilia

Alla c.a. del Sindaco All’Assessore ai Servizi Sociali

Al Dirigente dell’Area Servizi Sociali

Al Dirigente dell’Ufficio di Piano Sociale di Zona

Oggetto: Legge 205/2017 Disciplina delle professioni educative. Richiesta di adeguamento dei requisiti per l’accesso ai servizi socio-educativi comunali Il sottoscritto Dott. Amendola Samuele, nato a Lipari il 06/03/1984 ed ivi residente in via Zinzolo 5/A, in qualità di Presidente per la Regione Sicilia dell’Associazione Pedagogisti ed Educatori Italiani (APEI) con sede legale a Monreale (PA), via Linea Ferrata 57/2, che unisce i professionisti dell’educazione dei servizi pubblici e privati ed opera ai sensi della legge n. 4/2013 in materia di professioni non organizzate in ordini o collegi, con la presente segnala che la legge n. 205/2017 commi 594-601, approvata il 27/12/2017, pubblicata in G.U. n. 302 del 29/12/2017 – Suppl. Ordinario n. 62, entrata in vigore in data 01/01/2018, introduce la disciplina sull’esercizio delle professioni di educatore professionale socio-pedagogico (che subentra all’educatore) e di pedagogista, regolamentate ai sensi dell’ex Legge n. 4 del 2013.

La predetta Legge attribuisce la qualifica di educatore professionale socio-pedagogico a seguito del conseguimento di un corso di laurea in Scienze dell’Educazione e della Formazione L19 e in via transitoria secondo le modalità previste dai commi 597-599 del medesimo articolo; mentre attribuisce la qualifica di pedagogista a seguito del rilascio di un diploma di laurea magistrale abilitante nelle classi di laurea magistrale LM50, LM57, LM85, LM93. Tenuto conto delle recenti disposizioni di Legge sopra richiamate, possono esercitare le attività pertinenti in tutti i servizi socio educativi, i professionisti in possesso dei titoli di studio previsti e coloro i quali sono in possesso dei requisiti previsti in via transitoria dai commi 597, 599.

Per quanto fin qui esposto, in adempimento della succitata Legge, si chiede alle SS. LL. di voler adeguare in tempi brevi i requisiti richiesti per l’accesso a tutti i servizi socio-educativi comunali relativamente ai ruoli di EDUCATORE PROFESSIONALE SOCIO-PEDAGOGICO e di PEDAGOGISTA, i cui professionisti “operano nell’ambito educativo, formativo e pedagogico, in rapporto a qualsiasi attività svolta in modo formale, non formale e informale, nelle varie fasi della vita, in una prospettiva di crescita personale e sociale secondo le definizioni contenute nell’art. 2 del D.L. n. 13 del 16/01/2013, perseguendo gli obiettivi della Strategia europea deliberata dal Consiglio europeo di Lisbona del 23-24 marzo 2000”. Ringraziando per si porgono cordiali saluti.  Il Presidente Regionale APEI Sicilia Dott. Samuele Amendola