Condividi:

(VIDEO) Bambini del progetto P.I.T.E.R. "esploratori" per un giorno alla scoperta della Riserva Naturale Oasi WWF "Cratere degli Astroni"

  • di admin
  • 9 ago 2021

(VIDEO) NAPOLI - Esperienza indimenticabile per i bambini del progetto P.I.T.E.R. che per un giorno si sono trasformati in piccoli esploratori alla scoperta della Riserva Naturale Oasi WWF Cratere degli Astroni. Giorno 30 luglio zainetti sulle spalle e abbigliamento rigorosamente comodo i bambini hanno avuto l’opportunità di esplorare 2 diversi percorsi: quello Naturalistico e quello Paleontologico. Durante la visita naturalistica tra i sentieri dell’oasi, che sorge all’interno di un Vulcano che ospita tra le altre cose anche un Lago naturale, hanno osservato e compreso i meccanismi della Natura  alla  base  della Vita. Inoltre, grazie  all’impiego  di  un  dispositivo chiamato Plantsplay, con il supporto della guida, hanno potuto rilevare i  segnali  elettrici trasmessi  dalle  piante, ed assistere in diretta alla trasformazione di questi impulsi in note musicali, dando vita ad una melodia sempre diversa, divenendo spettatori di un “concerto botanico”. Nel corso della visita Paleontologica i piccoli esploratori hanno intrapreso un viaggio alla scoperta della nascita e dell’evoluzione della Vita sulla Terra, dai primi insetti fino agli strabilianti Mammiferi preistorici, attraversando l’Era dei Dinosauri di cui hanno potuto osservare le magnifiche riproduzioni a grandezza naturale. Inoltre attraverso l’uso del gesso i ragazzi hanno imparato come fare dei calchi di piccoli fossili. Guidati da 2 simpaticissime e bravissime esperte, hanno realizzato dei magnifici calchi di reperti fossili come conchiglie, artigli di dinosauro e denti. Infine le guide Desy e Maria Vittoria nel corso di una intervista hanno svelato qualche curiosità ed aneddoto sull’Oasi e hanno dato alcuni preziosi consigli per la salvaguardia del nostro pianeta. Noi siamo certi che dopo questa giornata, i piccoli partecipanti guarderanno in modo differente la natura perché come diceva Jacques-Yves Cousteau “Conoscere il tuo pianeta è un passo verso il proteggerlo”.   Giada Malta