Palermo, Strategie verso sistemi alimentari più sostenibili nel Mediterraneo

  • di Redazione Il Solidale
  • 18 mag 2019
  • Cultura

Palermo, Strategie verso sistemi alimentari più sostenibili nel Mediterraneo

Al via a Palermo, la seconda conferenza mondiale dal titolo: Strategie verso sistemi alimentari più sostenibili nel Mediterraneo.

 

Una tre giorni dedicate e incentrate alla Dieta mediterranea ed ai suoi benefici, con l ‘obiettivo di creare un dialogo tra i paesi del nord e quelli del sud, tutto basato sulla sicurezza alimentare, alla sostenibilità e alla nutrizione.
Parola d’ordine dunque “Dieta” come le origini della parole stessa cioè dieta come stili di vita, per permettere una maggiore cura della nostra salute, nostra alimentazione e una maggiore sostenibilità sui prodotti della Madre terra.
Molti gli ospiti di livello che si sono scambiati il palco, ognuno con le proprie materie e con le proprie professionalità.

Le tre giornate si sono articolate in 7 sessioni plenarie e 12 sessioni parallele con alcuni dei temi trattati come: la salvaguardia degli ecosistemi marini del Mediterraneo con i principali benefici riconosciuti per la salute e la nutrizione.
La prevenzione delle malattie croniche e nella riduzione dei costi della salute pubblica e nel miglioramento generale del benessere; con la presenza del comitato dei medici di Palermo.

Ed ancora Collaborazione scientifica attraverso la divisione di un dialogo accademico israeliano palestinese; alto valore sociale e culturale del cibo, riduzione degli sprechi alimentari, crescita del rispetto reciproco, recupero dell’identità, inclusione sociale e responsabilizzazione dei consumatori.
Tematiche tutte molto interessanti e coerenti che grazie agli ospiti di rilievo presenti e l’organizzazione impeccabile, hanno permesso standard alti, superando le aspettative pensate per l’evento tanto che le dichiarazione dell’ufficio stampa della segreteria organizzativa, Giampiero Cannella, ha dichiarato: “Aspettative sulla conferenza rispettate e superate, grazie alla risposta positiva delle organizzazione coinvolte e al tema molto stimato e trattato in tutti i possibili aspetti”.

              

La conferenza impreziosita anche dalle location che è stata ospitata come il Regio Teatro S. Cecilia; la Galleria D’arte Moderna, il Palazzo Comitini, l’Archivio Storico comunale e Palazzo delle Aquile con la presenza del comitato scientifico internazionale, e il comitato nazionale italiano; per un totale di oltre circa 100 relatori ed ancora la presenza di alcuni assessori e deputati della Regione Sicilia che hanno rilasciato alcune dichiarazioni.
Come l’Assessore all’Economia della Sicilia, che ha condiviso con la platea presente il risultato ottenuto dalla giunta riunita ieri 16 Maggio, dove è stato approvato, anche grazie al frutto della Conferenza, il protocollo sulla Dieta Mediterranea, aggiungendo: “quanto sia importante il tema della Dieta mediterranea anche come leva per l’economia siciliana, tanto da poter permettere un maggiore sviluppo all’isola e un futuro ai giovani siciliani che hanno ansia di crescere e realizzarsi senza comunque dover scappare dalla Sicilia”.

Il tema centrale la dieta Mediterranea, tema approfondito, toccato ed assaggiato, con degustazioni di prodotti tipici e cene dedicate agli ospiti dell’evento, che ha reso tutto molto più tangibile, sentito e gradito.

Jessica Montemagno