PON “LEGALITÀ”, UN INVITO AI COMUNI A PRESENTARE PROGETTI PER IL RECUPERO DI BENI PUBBLICI DA DESTINARE ALL’INTEGRAZIONE DEI MIGRANTI REGOLARI

  • di Redazione Il Solidale
  • 4 giu 2019
  • Sociale

PON “LEGALITÀ”, UN INVITO AI COMUNI A PRESENTARE PROGETTI PER IL RECUPERO DI BENI PUBBLICI DA DESTINARE ALL’INTEGRAZIONE DEI MIGRANTI REGOLARI

L’ALS – MCL Sicilia lancia un appello ai Comuni siciliani affinché presentino progetti

 

Lo scorso 10 maggio è stato pubblicato l'invito del Ministero dell'Interno - Dipartimento della Pubblica Sicurezza a presentare proposte progettuali relative al PON "Legalità" FESR FSE 2014/2020 a valere sull'Asse 7 “Accoglienza e integrazione migranti”, con il quale si propone ai comuni siciliani di Augusta, Catania, Lampedusa, Messina, Palermo, Porto Empedocle, Pozzallo e Trapani la realizzazione di un sistema più equilibrato e sostenibile in cui l’integrazione dei migranti diventi un fattore di crescita delle comunità locali, comunità che per collocazione geografica si sono trovate a dover garantire forme subitanee di accoglienza dei migranti e che tuttora sono caratterizzate da un’elevata presenza di immigrati regolari.

Il Programma prevede il recupero, l’adeguamento e l’allestimento di beni immobili pubblici, anche confiscati alla criminalità organizzata, da destinare alle esigenze di accoglienza, integrazione e inclusione sociale dei migranti regolari, quali centri culturali, centri di aggregazione sociale, spazi per attività formative, strutture sportive e/o ricreative, centri polifunzionali per l’erogazione dei servizi di integrazione sociale e lavorativa, etc…

Alla luce di quanto sopra chiediamo ai Sindaci dei Comuni interessati di non perdere l’opportunità e presentare la domande di finanziamento entro la data di scadenza del prossimo 15 luglio 2019.

«Serve promuovere processi di inclusione dei migranti regolarmente presenti sul territorio. Fra l'altro, ancora una volta, le azioni di integrazione della popolazione migrante risultano utili a favorire percorsi di crescita dell'economia dei territori, ad esempio, questa iniziativa consentirà il recupero di spazi urbani abbandonati e darà una piccola risposta al settore delle costruzioni» sottolinea Paolo Ragusa, Presidente di ALS-MCL Sicilia.

Redazione