Condividi:

(VIDEO) La Solidarietà va "spesa": MCL raccoglie Alimenti sabato 30 novembre, per la Mensa dei Poveri di Caltagirone

  • di admin
  • 29 nov 2019

CALTAGIRONE - La solidarietà va “spesa”. Sarà questo lo slogan che quest’anno connoterà la “Giornata di raccolta alimentare” promossa dai circoli del Movimento Cristiano Lavoratori di Caltagirone (don Luigi Sturzo) e di Mineo (don Rosario Pepe) a sostegno della Mensa dei Poveri di Caltagirone, in via degli Oleandri 30, che si svolgerà sabato 30 novembre 2019. Chi lo desidera, potrà fare la propria donazione nei presidi con i volontari del Movimento Cristiano Lavoratori, presenti nel corso della mattinata, presso il Mercato settimanale di viale Autonomia, precisamente all’angolo con piazza “Falcone e Borsellino”. I volontari MCL garantiranno la loro presenza anche durante l’intera giornata, presso gli esercizi commerciali aderenti: Crai (via Fisicara n.4)MD (viale Europa -angolo via Fisicara- n.70)Paghi Poco (viale Sicilia n.7). In merito a questa lodevole iniziativa, il vice presidente provinciale MCLPaolo Ragusa, che presiede anche il circolo MCL di Mineo “don Rosario Pepe” dichiara: «Organizziamo una giornata di mobilitazione a sostegno della mensa dei poveri che ciascun cittadino può aiutare sia con le donazioni ma anche con la propria opera di volontariato. Particolarmente simbolica sarà la partecipazione dei migranti ospiti del CPA di via Oleandri che quale segno di gratitudine per la loro accoglienza, come già accade ogni giorno nella gestione della mensa, saranno in prima fila a sostegno dei volontari impegnati nella raccolta». Nel video qui proposto, (andato in onda giovedì sera, nel corso della trasmissione "Stasera con...", condotta in studio da Pino Cascino) i principali protagonisti di questa lodevole e benefica iniziativa spiegano e motivano le ragioni umane e di solidarietà che li ha spinti ogni anno a far sì che la "colletta" alimentare diventi uno strumento per contribuire ad alleviare disagi e difficoltà di chi vive il dramma dell'indigenza e della mancanza di reddito per un lavoro che non c'è e non si riesce facilmente a trovare, ormai per mille ragioni. Salvo Cona