Calatino, Riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica

  • di Redazione Il Solidale
  • 21 dic 2018
  • Cronaca

Calatino, Riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica

La nota dell'addetto stampa del Capo di Gabinetto Vicari

Convocata dal Prefetto Claudio Sammartino, si è svolta presso il Palazzo del Governo, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per una disamina approfondita della complessiva condizione di sicurezza e delle situazioni di illegalità che interessano il territorio calatino, anche alla luce delle valutazioni del Presidente della Regione e dei Sindaci di quelle zone, soprattutto in relazione alle azioni delittuose che vengono poste in essere in danno delle coltivazioni agrumicole con il furto del frutto pendente Alla riunione hanno partecipato: l’Assessore regionale dell’agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea, i Sindaci di Grammichele, Militello in Val di Catania, Mineo, Raddusa, Palagonia, Scordia, il Questore, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, il Comandante provinciale dei Carabinieri, nonché il Comandante provinciale del Corpo Forestale e il Comandante della Polizia provinciale. All’incontro hanno partecipato anche i Rappresentati provinciali delle Organizzazioni di categoria dei coltivatori e produttori.

Dopo gli interventi dei Sindaci e dei Rappresentanti di categoria che si sono fatti portavoce delle esigenze e delle preoccupazioni dei produttori di agrumi e di altre specialità e anche della popolazione di quei territori, l’incontro ha avuto il suo culmine nella pianificazione strategica sia sul fronte dell’intensificazione, modularità e mobilità dei controlli sul territorio, sia, a valle, sulle iniziative di verifica della filiera di vendita del prodotto illecitamente asportato.  

Per quanto riguarda la prima linea di intervento, il Prefetto ha rimarcato la necessità di una integrazione del controllo e della vigilanza del territorio praticata dalle Forze dell’Ordine dello Stato con risorse umane e strumentali del Corpo forestale e della Polizia provinciale. In tal senso il territorio del Calatino verrà suddiviso in quadranti e settori per agevolare la massima intensificazione del controllo delle zone interessate e ciò in sede di tavolo tecnico che si svolgerà entro la settimana in Questura con la partecipazione anche dei Comandanti delle Polizie municipali dei Comuni interessati. In tal senso i Sindaci, si sono impegnati a sollecitare la collaborazione della cittadinanza nella tempestiva segnalazione di attività sospette e nella denuncia di illeciti. Il Prefetto ha sottolineato che la sicurezza è un patrimonio dei cittadini a cui ciascuno può fornire il suo contributo. Lo stesso Prefetto ha poi evidenziato la collaborazione fra Stato, Regioni , Enti Locali e Organizzazioni di categoria anche su questo versante della tutela delle attività produttive e della sicurezza sul territorio. La seconda linea di intervento riguarda i controlli che verranno intensificati dalla Guardia di Finanza cui collaboreranno le Polizie Municipali in relazione alla filiera di distribuzione e vendita dei prodotti anche in zone non limitrofe al Calatino. 

Redazione