PRESENTATO PROGETTO "WORK E TALENT IN PROGRESS". APRE A CALTAGIRONE IL PRIMO PROGETTO IN SICILIA

  • di Redazione Il Solidale
  • 30 giu 2019
  • Cronaca

PRESENTATO PROGETTO "WORK E TALENT IN PROGRESS". APRE A CALTAGIRONE IL PRIMO PROGETTO IN SICILIA

“Work e talent in Progress”, questo il titolo del Progetto, finanziato dalla Regione Siciliana e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, a valere sul Fondo Politiche Giovanili, che è stato presentato ieri a Caltagirone. Il Progetto, che sarà gestito dall’Associazione Agenzia Giovani per i Giovani, in partnership con il Comune di Caltagirone, il Liceo Classico “B. Secusio” di Caltagirone e il Circolo MCL “Don Luigi Sturzo” di Caltagirone, avrà la durata di un anno e sarà rivolto ai giovani tra i 14 e i 35 residenti nel Comune di Caltagirone e nei paesi del comprensorio del Calatino Sud-Simeto. In particolare il progetto intende offrire ai giovani del territorio spazi e momenti di aggregazione e confronto creativo tra pari, in modo da poter sviluppare e potenziare le competenze cognitive e relazionali attraverso la pianificazione di attività ludiche, ricreative, culturali e creative, nonché permettere l’acquisizione di competenze trasversali (soft skills) anche attraverso percorsi e modalità formative innovative. Questo si contestualizzerà con l’HUB della Creatività, ossia uno spazio, con persone e idee che si fondono in una sorta di processo osmotico e collaborativo, dove ciascuno mette a disposizione il proprio talento e le proprie specialità per lo sviluppo di idee creative e progetti che coniughino tradizione e innovazione, e all’interno del quale verranno attivati laboratori di creatività, di giornalismo e teatro. I giovani talenti potranno apprendere e condividere metodologie e conoscenze di natura tecnica e tecnologica in un luogo fisico tramite i FAB-LAB, concepiti come degli uffici brevetti delle intelligenze, ovvero ambienti dedicati all’artigianato e alla fabbricazione intesa sia in senso tradizionale che digitale e ospiteranno corsi professionalizzanti, laboratori e workshop. Le attività proposte mireranno inoltre a sostenere, supportare e sviluppare il talento dei giovani, educando questi all’imprenditorialità e offrendo a potenziali giovani imprenditori servizi, con lo scopo di incentivare la nascita nel territorio di start-up dotate di un business model vincente. Tali interventi si articoleranno secondo lo stile lavorativo del co-working, educando dunque tramite “il lavorare insieme, facendo e creando”. A tal proposito verrà installata la prima sede di co-working a Caltagirone, presso il centro aggregativo. Verrà infine istituito un incubatore di impresa gestito in collaborazione con il Dipartimento di Economia e Impresa dell’Università di Catania, con l’obiettivo di offrire uno sviluppo economico territoriale e di erogare una serie di servizi mirati che consentano l’acquisizione di competenze gestionali e imprenditoriali innovative. Il servizio sarà attivo dal prossimo 5 luglio. Il progetto è stato presentato ufficcialmente al territorio nel corso di una conferenza stampa, durante la quale la moderatrice Florinda Perrotta ha dato la parola agli intervenuti: Ignazio Mangione (presidente Associazione "Agenzia Giovani per i Giovani"), Filippo Pozzo (presidente Circolo MCL “Don Luigi Sturzo” di Caltagirone), Sergio Gruttadauria (vice sindaco Comune di Caltagirone), Paolo Ragusa (vice presidente MCL Catania e presidente MCL di Mineo), Maria Pangaro (delegato nazionale Giovani MCL) e Stefano Ceci, in qualità di Amministratore generale di MCL il quale ha portato il saluto del presidente nazionale del Movimento Cristiano Lavoratori, Carlo Costalli, recentemente in visita nella città natìa di don Luigi Sturzo. Ceci, oltre alle parole di elogio verso i promotori e gli organizzatori di questo lungimirante progetto, ha avuto parole di riconoscenza verso il valore dell’impegno dei circolo MCL del territorio all’interno dell’organizzazione nazionale.