UN CONVEGNO A MINEO SULL'ENCICLICA "LAUDATO SI'" DI PAPA FRANCESCO E LA PROPOSTA DI LEGGE RODOTÀ

  • di Redazione Il Solidale
  • 30 giu 2019
  • Cultura

UN CONVEGNO A MINEO SULL'ENCICLICA "LAUDATO SI'" DI PAPA FRANCESCO E LA PROPOSTA DI LEGGE RODOTÀ

MINEO - L’Ufficio di "Pastorale Sociale e del Lavoro" della Diocesi di Caltagirone, in collaborazione con il Comitato Popolare dei Beni Pubblici e Comuni “Stefano Rodotà” di Caltagirone ha promosso un convegno sul tema "L’enciclica di Papa Francesco e la Proposta di Legge Rodotà, insieme per i beni comuni e la giustizia tra le  generazioni". L’evento si svolgerà a Mineo, nell’Auditorium “Giovanni Paolo II”, alle ore 19.30 di lunedì 1 luglio. L’evento -patrocinato dal Comune di Mineo e dall’Associazione Ascuta- vedrà i saluti dei rappresentanti degli organi patrocinanti e gli interventi di del vescovo Calogero Peri il quale illustrerà il contenuto dell’enciclica sopradetta e del segretario nazionale del Comitato popolare di Difesa dei Beni Pubblici e Comuni, Luigi De Giacomo, che avrà il compito di illustrare il Disegno di Legge delega su “Beni comuni, sociali, sovrani” per la quale è in corso la raccolta firme e che prevede la riforma del Codice civile con il riconoscimento della categoria dei beni comuni e dei diritti delle generazioni future. «L’enciclica di Papa Francesco “Laudato Sì” sulla “casa comune”, -spiega il direttore dell'Ufficio, don Tino Zappulla- a distanza di quattro anni dalla sua pubblicazione, resta di grande attualità per i temi sociali trattati e per una “ecologia integrale” che, come afferma il Pontefice, inizia dentro di noi e si riverbera, in tutta la sua potenza, fuori con azioni concrete che portino alla pace e a un benessere pieno e condiviso. Sulla scia della stessa -conclude don Tino Zappulla- ci sembra si collochi la Legge di iniziativa popolare sui “Beni comuni, sociali e sovrani” promossa dal Comitato Popolare di Difesa dei Beni Pubblici e Comuni "Stefano Rodotà"».