Avviato ieri il progetto "Redazione Multietnica". Coinvolge titolari e/o minori ospiti dei centri SAI “Vizzini ordinari” e “MSNA” gestiti da Coop. sociali “Opera Prossima” e “San Francesco”

  • di Redazione Il Solidale
  • 22 ott 2021
  • SOCIALE

Avviato ieri il progetto "Redazione Multietnica". Coinvolge titolari e/o minori ospiti dei centri SAI “Vizzini ordinari” e “MSNA” gestiti da Coop. sociali “Opera Prossima” e “San Francesco”
(Salvo Cona). Giovedì 21 ottobre 2021 ha preso il via il progetto denominato “Redazione Multietnica” finalizzato a promuovere la coesione sociale con le comunità di accoglienza attraverso iniziative finalizzate alla solidarietà ed alla sensibilizzazione rispetto a tematiche legate al contrasto alla discriminazione e a qualsiasi forma di razzismo e xenofobia, nonché alla promozione della pace fra i popoli e al valore delle donne e delle diversità. A promuoverlo è la Cooperativa “Opera Prossima” s.c.s di concerto con la Cooperativa “San Francesco” s.c.s.
I destinatari sono tutti i beneficiari titolari e/o minori ospitati presso le strutture del progetto SAI “Vizzini ordinari” e “Vizzini MSNA” che hanno sede a Mineo, Raddusa, San Cono e Vizzini.
Verrà coinvolta anche la popolazione locale -giovani, uomini e donne- del comprensorio del Calatino Sud-Simeto, mediante la partecipazione ad eventi, la registrazione di podcast, la scrittura di articoli, dirette Facebook e live chat.
Il progetto ha la durata di quattro mesi e si concluderà alla fine di febbraio 2022.
Durante i primi due mesi ci si occuperà di organizzare, grazie al supporto di educatori referenti delle strutture SAI coinvolte, dei laboratori di co-progettazione, uno per ogni struttura, con la partecipazione diretta degli stessi beneficiari ospiti presso i centri di accoglienza delle Cooperative sociali “Opera Prossima” e “San Francesco” (individuati presso le strutture di Mineo, Raddusa, San Cono e Vizzini), al fine di generare un tavolo di confronto stabile per definire gli argomenti salienti e per strutturare un team di lavoro.
Nell’ambito del progetto “Redazione Multietnica“ sarà organizzato pure un corso di formazione, condotto da esperti nel settore e rivolto agli aspiranti “redattori”, volto a dare una prima infarinatura circa le tecniche e i protocolli da utilizzare per questo tipo di attività.
Il progetto prevede la costituzione di una vera e propria redazione “multietnica” che avrà il compito di curare l’attività di informazione e di comunicazione, tramite l’implementazione di due canali: il Web (con il quotidiano online "Il Solidale”) e la radio (con la web ANG Radio – “Caleidoscopio” gestita dall’associazione “Agenzia Giovani per i Giovani” che opera nel più ampio progetto di Agenzia Nazionale Giovani).